JEROBOAM 2002 by Cristal : 6 gioielli per l’Italia



Torino, 7 Giugno 2013



Con onore e orgoglio presento il Jeroboam 2002, una cuvée esclusiva prodotta in edizione limitata dalla prestigiosissima Maison Louis Roederer . 400 bottiglie in formato Jeroboam 2002 in tutto il mondo, di cui 200 già nel 2013.

La Maison ha voluto evidenziare la  grandiosità di questa cuvée presentando le bottiglie incastonate in una maglia leggerissima fatta interamente a mano da due orafi che in 4 giorni la impreziosiscono con puro oro 24 carati.

















Sembra quasi che lo scopo sia quello di voler proteggere la bottiglia ma cosi facendo diventa un vero e proprio gioiello. In Italia 6 saranno i fortunati che potranno vantarsi di possederlo ! Io mi limito ad avere l’onore di poterne parlare essendo una delle 50 blogger /giornalisti a cui sono state inviate le chiavi di accesso per scoprire questo Cristal .


Il merito della presenza nel Bel paese di queste chicche è puro merito dell’azienda Sagna SpA di Revigliasco importatore italiano che nel tempo è diventato vero e proprio punto di riferimento per gli enoappassionati, addetti del settore, wine bars, night,hotel di lusso e ristoranti stellati.

Gli eccellenti prodotti selezionati vengono distribuiti sull’intero territorio italiano. Oltre ai vini della Maison Louis Roederer, Sagna ha saputo stringere rapporti di fiducia con altre numerose case come RomanéeConti, Purity Vodka, Rhum JM, Delamain



Si sa che la storia ci ha insegnato tanto e si ripete sempre. Le sfide della Maison Roederer sono divenute nel tempo parte integrante della storia dello Champagne. 

Ecco che i nostri ricordi si illuminano con tradizioni e aneddoti che hanno reso gli Champagne Louis Roederer un granello luminoso che brilla nei terreni gessosi.
Ricordo che già nel 1876, lo Zar Alessandro II, grande estimatore delle cuvée chiese a Louis Roederer la creazione di una personale  cuvée che dal punto di vista del genere di bottiglia e qualità doveva divenire un Cristallo bianco capace di contenere la migliore selezione di viti e savoir faire di 7 grand cru della sua tenuta. Solo le “grandi” annate infatti possono fregiarsi dell’appellativo cuvée dove l’eleganza delle uve Chardonnay devono essere in piena armonia con la struttura e forza di quelle del Pinot Nero.


Ed è cosi che temperature calde  e uniformi senza un eccesso di sole e di calore intervallate da fresche notti con correnti fresche e asciutte da Nord-Est hanno 
contribuito alla maturazione perfetta e oggi sono maturate nel Jeroboam 2002.

Non so se avrò mai  l’occasione di poter degustare questo Champagne ma sicuramente già mi emozionano le note tecniche scritte dagli enologi che lo descrivono come “preciso, setoso e armonioso, associato a un corpo potente e ricco, dotato di un equilibrio di grande purezza con  un’incredibile capacità d’invecchiamento. ”
Delle diverse considerazioni di  Jean-Baptiste Lécaillon  voglio condividere con voi solo questa frase che per l’esperienza maturata dal mio palato, in termini di Cristal della Maison Louis Roederer, racchiude l’essenza di quello che in bocca e al naso è questo gioiello: “ esplosione di frutti maturi, di frutti rossi, di cioccolato bianco, potente e raffinato, che crescente raggiunge nel finale un retrogusto fresco e lievemente amaro che rende il vino quasi "croccante".

Un prodotto esclusivo, unico che segnerà la storia della Maison, della Sagna e della mia.

Guarda il video esclusivo di presentazione della cuvée




Commenti

  1. IL RISTORANTE RINALDI AL QUIRINALE è UNO DEI 6 FORTUNATI ITALIANI CHE HA LA BOTTIGLIA!!! :)

    RispondiElimina
  2. Bene! Mi toccherà venire a trovarla!

    RispondiElimina

Posta un commento

Lascia un commento:

Post più popolari